Fotoringiovanimento

fotoringiovanimento

Con l’approssimarsi dell’autunno e delle prime giornate fredde e piovose aumentano le richieste dei trattamenti di resurfacing.

Tra questi, una delle metodiche più valide, non invasive, è rappresentata dalla Luce Pulsata che agisce in profondità a livello del derma, con il risultato finale di un fotoringiovanimento.

La pelle infatti, con il ridursi dell’abbronzatura, torna al suo normale colore ed è così, più facile osservare eventuali imperfezioni come la comparsa sul volto, sul collo e sul corpo di una serie di lesioni che rientrano nella categoria dei danni da photoaging, come macchie, capillari, piccole rugosità.

Che cosa si intende per photoaging e cronoaging?

Il photoaging o fotoinvecchiamento è un particolare stato di invecchiamento cutaneo causato dal danno cronico dei raggi ultravioletti e, quindi, dall’esposizione ai raggi solari. Anche lo stress ossidativo, indotto dal fumo e dall’inquinamento, accelera i processi di invecchiamento cutaneo. A tale danno si somma il cronoaging, quello che deriva dall’invecchiamento biologico.

Quali sono i segni del photoaging?

Tale azione dannosa ripetuta nel tempo produce un danneggiamento del collagene, la principale proteina del tessuto connettivo umano, sintetizzata dai fibroblasti, con la formazione di rughe profonde e diffuse.

Tra i segni del photoaging abbiamo la perdita di elasticità e di compattezza, con l’assottigliamento del derma. La pelle secca e ruvida, risulta segnata dalla presenza di capillari, macchie solari, cheratosi attiniche fino ai tumori della pelle.

Le macchie o discromie cutanee possono avere una tonalità chiara o scura, a seconda della quantità di melanina presente, possono avere diversa forma e dimensione. 

Le ipercromie, ossia le macchie con tonalità scura, originano da una scorretta esposizione ai raggi solari, con un accumulo di melanina nello strato corneo e dal processo di invecchiamento. 

Possono essere eliminate con diverse metodiche quali la Luce Pulsata, il peeling con agenti chimici, il laser, la crioterapia che prevede l’uso dell’azoto liquido a basse temperature.

E’ bene sapere che alcune iperpigmentazioni possono insorgere in seguito a disfunzioni ormonali, durante la  gravidanza o, ancora, per l’utilizzo di farmaci fotosensibilizzanti.

Quella più nota è il melasma. Si forma per un “indebolimento” della pelle, con un’aumentata sintesi di melanina. Il consiglio migliore è quello di rafforzare la pelle, utilizzando sieri e creme contenenti fospidina e un’alta protezione solare contenente il complesso plusolina. Rimane la possibilità, dopo un’attenta analisi clinica, di utilizzare dei peeling con agenti chimici.

Come possiamo eliminare le ipercromie e contrastare il photo e cronoaging ?

La Luce Pulsata è, ad oggi, tra le metodiche più valide, in grado di eliminare le ipercromie, di contrastare il photo e cronoaging.


L’utilizzo della Luce Pulsata ad ampio spettro permette un assorbimento da parte delle discromie, diffuse sul viso, sul décolleté, sulle mani e altre aree del corpo.

Il fascio di Luce Pulsata viene assorbita dalle cellule bersaglio nella cute, a seconda del loro contenuto melaninico con conseguente danno termico, ossia la morte cellulare e la sintesi di nuovo tessuto con quantità di melanina nella norma e nuovo collagene da parte dei fibroblasti.

Avremo perciò la rimozione delle discromie e un grande beneficio a livello di tonicità tissutale. 

A seguito del trattamento con Luce Pulsata il tessuto apparirà tonificato e rimpolpato, con un chiaro miglioramento della texture cutanea.

Dove posso eseguire il trattamento con la Luce Pulsata?

Nel “Centro di Medicina Estetica Ilaria Cerina & Jumeaux” a Tortolì e nello “Studio Jumeaux” di Cagliari, è possibile eseguire questo trattamento con una tecnologia di ultimissima generazione che, si avvale della piattaforma Nordlys (Candela) che, con l’ausilio di diversi manipoli permette il trattamento delle lesioni pigmentate, vascolari, ancora cicatrici e smagliature e i trattamenti laser di epilazione.

Questo trattamento trova piena indicazione anche in patologie come l’acne. La possibilità di sfruttare tutto il range della lunghezza d’onda consente infatti di avere un’importante azione antisettica e antinfiammatoria unita ad un’azione di stimolo con miglioramento dell’architettura dermica. 

 

Vorresti ridurre le microrughe, eliminare le macchie cutanee o i capillari?
Contattami per telefono per fissare una consulenza di medicina estetica al +39 379 1709817. 

Oppure fissa direttamente un’appuntamento dalla mia agenda online qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *